Creare contenuti virali : Come diventare star del web

Creare contenuti virali è un’impresa. Tutti ci provano, pochi ci riescono veramente. Ricevere milioni di condivisioni è un sogno per chi si occupa di social o marketing. Scopriamo insieme come creare contenuti virali originali in modo da sbancare nel web.

Creare contenuti virali : Le 4 mosse fondamentali

1 – Il formato

Seppur ogni tipo di contenuto possa diventare virale, alcuni tipi sono più predisposti. Stiamo parlando dei video, un formato che si presta ovviamente al passaparola.

Del resto i video sono il contenuto più fruibile sul web. Sia sui social che su piattaforme come Youtube e Vimeo ed il più recente tiktok video virali sono premiati e messi sempre in cima alla lista.

Si vocifera addirittura che entro cinque anni Facebook offrirà solo contenuti video.

I video inoltre sono semplici, veloci ma densi di informazioni, molto più esplicativi di una qualsiasi infografica (a tal proposito, qui puoi scoprire come creare un’infografica i 4 semplici punti) e possono essere caricati da chiunque.

Le principali leve emotive che spingono a condividere i video sono : Nostalgia; Paura; Curiosità.

Se si riesce ad essere empatici e far leva su uno di questi motivi il video di sicuro coinvolgerà più persone.

2 – Studiare, ascoltare, agire

Analizzare, stare allerta ascoltando ogni sussurro, usare gli strumenti di social listening, pianificare una strategia e poi agire. Questo deve essere il modus operandi di chiunque si vuole lanciare all’avventura viral.

Alla fine dei conti è tutta una questione di tempismo, i primi che riescono a cavalcare l’onda del nuovo trend ne escono vincitori.

3 – Parlare tramite le immagini

I contenuti prodotti dovranno diventare virali, e dunque quale mezzo migliore per comunicare a tutti se non le immagini?

L’engagement dei contenuti visivi è nettamente superiore rispetto a quello generato dai contenti testuali. I video sono capaci di smuovere l’empatia di una persona in maniera più semplice e diretta.

Pensiamo alle Emoji, la nuova lingua universale, che fa delle immagini il suo modo di comunicare.

4 – Influencer marketing

Creare contenuti virali

Seppur la qualità possa sembrare tutto, invece è solo un piccolo gradino della grande scala per divenire virali. L’ascensore che fa al caso tuo sono gli influencer.

Il ruolo di queste figure è fondamentale, come viene dal termine sono in grado di influenzare chi li segue. Scegliere i giusti in base al target desiderato e farli lavorare nella sponsorizzazione.

Alla fine possiamo dire che una comunicazione efficace è una comunicazione mirata. Differenziamo i messaggi per parlare la lingua della nostra audience.

A questo punto dovresti essere pronto per creare i tuoi primi contenuti virali… ma ti mancano gli strumenti adatti a farlo, soprattutto se le cerchi gratuiti. Ma non preoccuparti a questo ci pensiamo noi.

Alcuni strumenti gratuiti per creare contenuti virali:

1. Meme Generator per creare meme virali

I meme, nell’odierna cultura di internet, sono battute semplici da imitare, ma complesse da ideare efficacemente. Comunque, sul piano tecnico, realizzarli non è difficile.

Potete utilizzare Meme Generator per realizzare in un attimo dei meme con i personaggi più conosciuti.

Know Your Meme è un’ottima risorsa per trovare meme rilevanti da utilizzare e modelli per andare oltre il classico meme con la didascalia, sfruttandone altri meno conosciuti; permette di inserire il testo facilmente, con PowerPoint o KeyNote.

2. Lumen5 per video editoriali

Lumen5 è uno strumento ingegnoso, che permette di creare video editoriali in modo velocissimo. Letteralmente, mette nelle vostre mani tutto il potere del social video marketing.

Con Lumen5 potete:

  • Importare un articolo o un testo (o anche partire da zero).
  • Importare elementi da una raccolta di foto e musica di stock.
  • Fare aggiustamenti al testo e all’audio.
  • Pubblicare il vostro video dove volete.

Fake iPhone Text Generator per creare conversazioni

Probabilmente, avrete notato qualche volta in internet delle screenshot di conversazioni divertenti scambiate con l’iPhone.

Anziché creare manualmente queste conversazioni, potete utilizzare Fake iPhone Text Generator per generarle in pochissimi secondi.

Creare contenuti virali: usate GIPHY per le GIF

Con GIPHY potete accedere ad una collezione di GIF già esistenti o crearne di nuove, partendo da video YouTube o video girati da voi. La piattaforma fornisce un quantitativo enorme di opzioni di editing; e permette anche di inserire in altri siti web la vostra GIF o di scaricare il file sorgente per caricarla altrove.

Le GIF sono adatte per intrattenere il pubblico; oppure, come tutorial, ad esempio, per mostrare come usare un sito web o un’app; o ancora, per interagire con gli utenti nei commenti su Facebook o Twitter.

Creare contenuti virali: usate Canva per le citazioni

Le immagini con citazioni – parole “prese in prestito” da altri e impreziosite a livello grafico -, sono una grande fonte di ispirazione e motivazione per molti.

Canva è uno strumento eccezionale per creare rapidamente progetti grafici ed è facilissimo da usare. È estremamente utile per creare post destinati ai social; infatti, le dimensioni ottimali per ogni specifica piattaforma (ad esempio, Instagram) sono già preimpostate.

Qzzr per i quiz

Esistono diversi strumenti per la creazione di quiz, ma Qzzr è uno dei più conosciuti ed è piuttosto funzionale anche nella versione gratuita.

In base alla struttura dei vostri quiz, potete analizzare le risposte per creare dei “profili” dei partecipanti, in funzione delle informazioni da loro fornite (come colore e stile preferito). I quiz sono un modo per riuscire a creare contenuti virali, da condividere sui social. Di solito fate il test, ottenete i risultati, li condividete con gli amici; ed alcuni di essi potrebbero provare il quiz, supportando la ripetizione di questo processo.

Qzzr vi permette di creare tre tipi di quiz:

  • Quiz sulla personalità: in base alle risposte fornite, questi quiz riconducono il partecipante a un tipo di personalità, a una celebrità o a un personaggio. Rivelano qualcosa su di lui; e la gente condividere i risultati ottenuti, che li ritenga esatti o meno.
  • Quiz con risposte da spuntare: questi quiz forniscono un risultato semplicemente in base a quante voci vengono spuntate; di solito, aiutano a misurare la nostra posizione in una scala.
  • Quiz a classifica: si tratta di quiz tradizionali, per mettere alla prova le conoscenze dei partecipanti. Ma l’obiettivo non è essere i migliori della classe, bensì mettere in mostra i risultati nella propria cerchia di amici.

 

 

Commenta Qui sotto

commenti