Google Family Link: l’app di Big G per controllare i propri figli

Cos’è e come funziona Google Family Link, l’app di Big G

Google Family link: la nuova app di big GLa continua ascesa tecnologica, soprattutto di smartphone e tablet sempre più all’avanguardia e “intelligenti”, ha portato numerosi cambiamenti nella società e ovviamente ha coinvolto tutti: grandi e bambini.

Non è infatti un caso se l’età di utilizzo di questi dispositivi mobili è sempre più in discesa e se molti genitori provano sempre più paura e ansia per le attività che i propri figli svolgono sul web e per la loro realtà virtuale che si sono creati.

Proprio per avere un controllo maggiore di tutte queste attività digitali, il gigante hi-tech Google, che pagherà una multa per mancata protezione del diritto alla privacy dei bambini, ha creato un’app apposita: Google Family Link.

Come funziona l’app Google Family Link e a cosa serve

L’app Google Family Link, disponibile per Android e iOS, permette ai ai genitori di impostare le regole di base della vita digitale dei propri figli e di seguirli passo dopo passo.

Tant’è che tramite Google Family Link i genitori possono creare per i propri figli di età inferiore ai 13 anni o all’età minima richiesta nel Paese in cui si trova, di creare un account Google con cui il bambino potrà accedere ai servizi Google.

Cosa possono fare i genitori con Family Link?

Ecco cosa possono fare i genitori attraverso le funzioni previste dall’app Family Link:

  • controllare la gestione del dispositivo: i tempi che sono dedicati alle singole attività. Di conseguenza, sarà possibile vedere quanto tempo i propri figli hanno passato sul browser Chrome, oppure a guardare le foto della galleria, quanto a disegnare, quanto giocare o a leggere. Inoltre, si potrà sia impostare i limiti di utilizzo del dispositivo utilizzato dai propri figli, sia bloccarlo da remoto. Il blocco del dispositivo può essere impostato in diverse fasi del giorno. Per esempio quando è l’ora di fare i compiti o di andare a dormire.
  • gestire le applicazioni: i genitori potranno scegliere quali app i propri figli potranno scaricare e quali no, controllando di conseguenza anche gli acquisti in-app.
  • accedere a una mappa che permette di vedere dove si trovano in quel momento i propri figli, o meglio i loro dispositivi. Per poter usufruire di questa funzione lo smartphone o il tablet dei propri figli deve essere acceso, attivato di recente e connesso a Internet.

Commenta Qui sotto

commenti